PULCINELLA E LA PASTA

“Accadde a Pulcinella che, nominato principe, appena seppe che per rispetto del suo rango mai più gli sarebbero state servite pietanze a base di maccheroni, non ebbe tentennamenti: mo’ mo’ me sprincepo, rispose, e abdicò all’istante. Una vita senza spaghetti, spaghettoni, candele, ziti, paccheri, linguine, rigatoni: e che vita sarebbe?”.
È la storia narrata da un antico pastificio di Gragnano, che coniuga bene l'abbinamento 'Pulcinella-Napoli e la pasta’. E cosa sarebbe la dieta mediterranea inserita dall'Unesco nel patrimonio culturale immateriale dell'umanità senza la pasta?

L'immagine può contenere: una o più persone

Lascia un commento